“Criminale se la F1 non coglie l’occasione per il cambiamento”

“Criminale se la F1 non coglie l’occasione per il cambiamento”
segui sportnow.it per tutte le notizie riguardanti il mondo della formula 1. Con le rubriche gli approfondimenti e le ultime notizie provenienti dal mondo dei motori.

“Criminale se la F1 non coglie l’occasione per il cambiamento”

Data di pubblicazione: 30 aprile 2020

La Formula 1, secondo l’ex capo del team Ferrari Stefano Domenicali, è stata presentata la perfetta opportunità di riforma nel mezzo del caos.
E l’italiano afferma che sarebbe “criminale” per lo sport non sequestrarlo.
Con la stagione di Formula 1 ancora in corso, ci sono più discussioni tra i capi squadra e Liberty Media che le bottiglie di champagne vengono spruzzate.
I 10 capi squadra hanno tutti deciso di correre il telaio di quest’anno nel campionato del prossimo anno al fine di ridurre i costi, mentre fino al 60 percento della vettura attuale sarà congelata anche per il prossimo anno.
Il limite di bilancio per il 2021 è stato ridotto a $ 150 milioni concordati con alcune squadre che spingono per un ulteriore calo a $ 145 milioni seguiti da $ 130 milioni nel 2022.
Tuttavia, molti credono che la Formula 1 debba essere un cambiamento ancora più drastico se lo sport – e tutte e 10 le squadre – sperano di sopravvivere.
Domenicali ha esortato i boss di Formula 1 a cogliere l’opportunità di cambiamento.
“La FIA e la Liberty insieme ai team, sento che quello a cui stanno davvero pensando per il futuro, stanno andando nella giusta direzione”, ha detto ad Autosport.
“Questa è una presa o lasciarla un’opportunità e non puoi lasciarla, devi prenderla.
“Altrimenti il ​​rischio sarà molto elevato e non tornerà ad essere la piattaforma che era.
“Non dobbiamo dimenticare che se osservo il numero di biglietti venduti per il Gran Premio che dovevano aver luogo fino ad ora, erano incredibilmente alti.
“Questa era la situazione prima della crisi ed è dovere di tutte le parti interessate garantire che questo tipo di attenzione sia presente dopo la crisi”.
Con la riunione del World Motor Sport Council di giugno, l’italiano afferma che è giunto il momento di approvare nuove norme che vedranno prosperare la Formula 1 negli anni a venire.
Domenicali ha aggiunto: “Penso che sarebbe criminale non cogliere l’occasione per rivisitare i punti che sappiamo di dover migliorare.
“Pertanto stiamo davvero lavorando in queste settimane per assicurarci di poter presentare al Consiglio Mondiale della FIA di giugno, idee di cui stavamo discutendo ma che abbiamo sempre rinviato perché il sistema lo stava accettando quando la situazione (economica) era davvero buona.
“Ora dobbiamo prenderlo in considerazione, sapendo che se perdessimo questa slot sarebbe criminale.
“Considero questo come un’opportunità per il settore degli sport motoristici di rimodellare.
“Non c’è dubbio che il motorsport sarà una parte essenziale per il futuro, ma a breve termine dobbiamo rivisitare il livello di investimento e forse il livello di tecnologia e il numero di campionati.
“Dobbiamo avere uno zero di base per considerare come fare il backup, considerando che nei prossimi due anni la situazione migliorerà e il motorsport rimarrà una piattaforma molto importante per il nostro settore.”
Seguici su Twitter @ sportnow e metti mi piace alla nostra pagina Facebook.

 

 

Se sei arrivato fino a questo punto aiutaci in qualche modo condividi l’articolo “Criminale se la F1 non coglie l’occasione per il cambiamento”
a te non costa nulla per noi è estremamente importante

"Criminale se la F1 non coglie l'occasione per il cambiamento"

Entra nel mondo della Formula 1 .Sportnow.it è La tua fonte di riferimento per le ultime notizie di F1 , i momenti salienti del video, i risultati GP, i tempi in tempo reale, l’analisi approfondita e il commento degli esperti.

La Formula 1 o Formula Uno, in sigla F1, è la massima categoria (in termini prestazionali) di vetture monoposto a ruote scoperte da corsa su circuito definita dalla Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA).

La categoria è nata nel 1948 (in sostituzione della Formula A, a sua volta sorta solo qualche anno prima, nel 1946), diventando poi a carattere mondiale nella stagione 1950. Inizialmente definita dalla Commissione Sportiva Internazionale (CSI) dell’Associazione Internazionale degli Automobil Club Riconosciuti (AIACR), associazione antesignana della Federazione Internazionale dell’Automobile, oggi la Formula Uno è regolata dal Consiglio Mondiale degli Sport Motoristici (in inglese: World Motor Sport Council, WMSC) della FIA.

Il termine “formula”, presente nel nome, fa riferimento a un insieme di regole alle quali tutti i partecipanti, le macchine e i piloti, devono adeguarsi; esse introducono un numero di restrizioni e specifiche nelle auto, al fine di evitare le eccessive disparità tecniche tra le auto, di porre dei limiti al loro sviluppo e di ridurre i rischi di incidenti. La formula ha avuto molti cambiamenti durante la sua storia. Ad esempio, ci sono stati differenti tipi di motori, con schemi da quattro fino a sedici cilindri e con cilindrate da 1,5 a 4,5 

Dislaimer “Criminale se la F1 non coglie l’occasione per il cambiamento”

Sportnow.it non si rende responsabile delle notizie riportate su questo blog in quanto si occupa solamente di riportare le notizie reperite dalla fonte che in questo articolo specifico è plan€tf1,com
Sportnow non è da considerarsi testata giornalistica le notizie qui riportate non hanno nessun taglio opinionistico ma si limitano a riportare tradurre e rendere fruibile in modo completamente gratuito le notizie e le opinioni della fonte.

Qualora il contenuto di qualsiasi articolo leda l’immagine , gli interessi o disturbi chiunque vogliate comunicarlo e spiegarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.

Fonte “Criminale se la F1 non coglie l’occasione per il cambiamento”
: plan€tf1,com

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.