La F1 potrebbe sopravvivere e prosperare senza la Ferrari?

La F1 potrebbe sopravvivere e prosperare senza la Ferrari?
segui sportnow.it per tutte le notizie riguardanti il mondo della formula 1. Con le rubriche gli approfondimenti e le ultime notizie provenienti dal mondo dei motori.

La F1 potrebbe sopravvivere e prosperare senza la Ferrari?

La Ferrari è senza dubbio uno dei più grandi nomi e attrazioni della Formula 1 … ma cosa accadrebbe allo sport senza di loro?
La loro influenza è così grande che qualsiasi discorso sulla loro partenza porta rapidamente a parlare se la F1 potrebbe sopravvivere o addirittura prosperare se lo facessero. Molti credono che la loro partenza avrebbe un impatto limitato, mentre altri ritengono che ciò significherebbe l’inizio della fine.
Quale di questi è uno scenario più probabile? Non esiste una risposta facile, ma faremo del nostro meglio per sceglierne una …
Lo sport andrebbe bene
Alla fine della giornata, la Ferrari è solo una delle 10 squadre che competono in Formula 1. Sono ovviamente il nome più importante tra loro, ma gli altri nove portano molto allo sport stesso.
In primo luogo, c’è la tradizionale rivale della squadra italiana, la McLaren. Il team britannico ha avuto alcune delle auto più iconiche guidate da alcuni dei migliori piloti di sempre. Questa storia li ha resi estremamente popolari e il loro fascino crescerà solo quando torneranno in cima alla griglia.
Sempre in F1 ci sono anche i due costruttori che, tra loro, hanno vinto tutti i titoli di questo sport nell’ultimo decennio. L’attuale team Mercedes è una potenza in tutti i sensi. Sono statisticamente la squadra di maggior successo di sempre e sono un marchio di fama mondiale. Altrettanto famoso è un marchio Red Bull, una squadra particolarmente popolare tra i fan più giovani. Queste due squadre hanno anche i due nomi più importanti dello sport nei loro libri, ma ne parleremo più avanti …
C’è anche la possibilità che, nei prossimi anni, altri grandi nomi si uniscano alla mischia. L’Aston Martin lo sta già facendo dal prossimo anno in un rebrand di Racing Point; potrebbe essere ancora la stessa squadra al suo interno, ma il nome da solo è un grande pareggio. Con le modifiche alle normative all’orizzonte, c’è il potenziale per gli altri, come Audi di seguire l’esempio, sia come team che come produttori di motori.
Anche se ciò non accada, e anche se Mercedes e Red Bull lasciassero lo sport con la Ferrari, danneggerebbe davvero molto lo sport? Alla fine, la maggior parte dei fan non si sintonizza per queste squadre, ma piuttosto per le persone che guidano per loro.
Probabilmente il pilota più famoso della F1 di sempre, Ayrton Senna, non ha mai guidato per The Prancing Horse, mentre lo stesso si può dire per la superstar dell’era attuale, Lewis Hamilton.
Una volta che Hamilton si ritirerà, quel titolo molto probabilmente andrà a Max Verstappen. L’olandese ha attratto da solo un’intera nazione in Formula 1, e qualcosa ci dice che il suo esercito arancione è in agguato finché è, indipendentemente da quale auto stia guidando.
Lo sport ha bisogno della Ferrari
Indipendentemente da cosa ne pensi, non si può negare che la Ferrari porti un numero enorme di elementi unici in Formula 1, elementi unici senza i quali lo sport farebbe fatica.
Il più ovvio? Gli ammiratori. Molti di loro. L’Italia non ha prodotto una grande quantità di fantastici piloti di F1, eppure è uno dei paesi in cui lo sport è il più popolare. Ciò è in parte dovuto alla popolarità delle corse automobilistiche in generale, ma principalmente a causa della Ferrari. Se hai bisogno della prova della loro passione per il marchio, basta rivedere la vittoria di Charles Leclerc a Monza la scorsa stagione.
L’influenza del Cavallino Rampante si estende anche oltre i suoi confini domestici. Ci sono pochi posti al mondo in cui potresti andare dove il marchio o persino il suo team di Formula 1 non erano particolarmente ben noti.
Questa influenza globale è ciò che convince molti fan a partecipare alle gare di persona e ancora di più a guardarli in TV. Entrambi i tipi di spettatori portano una grande quantità di denaro per lo sport, i soldi della F1 farebbero fatica a farne a meno.
La presenza della Ferrari è anche una grande attrazione per i conducenti, con molti che si uniscono allo sport con il sogno di un giorno indossare le iconiche tute rosse. I conducenti potrebbero essere il fattore principale per attirare nuovi fan, ma la Ferrari è spesso un fattore importante nel portare quei piloti in griglia in primo luogo.
Se la squadra italiana lasciasse la F1 per un’altra classe come la Formula E, potrebbe causare danni enormi. Molti fan, in particolare quelli in Italia, ci affollerebbero, danneggiando la situazione finanziaria e la reputazione della F1. I piloti nel frattempo potevano scegliere di seguire il loro sogno di guidare la Ferrari piuttosto che guidare in F1. Ciò sarebbe particolarmente vero per coloro che erano nell’accademia del team, il che significa che la F1 potrebbe perdere il prossimo Charles Leclerc.
Il nostro verdetto
La Formula 1 prospererebbe senza la Ferrari? No. Almeno non a breve termine. Come abbiamo detto, la squadra italiana apporta molteplici benefici allo sport in termini di finanze, popolarità e reputazione. Se lasciassero, porterebbero tutti questi benefici con loro, il che indubbiamente danneggerebbe la F1, specialmente se stessero portando quei benefici a un concorrente. Questo è in gran parte il motivo per cui lo sport è così terrorizzato di perderli, dimostrato dal trattamento speciale che danno così spesso alla Scuderia.
Lo sport sopravviverebbe però? Sì, senza dubbio. Ovviamente è meglio con due macchine rosse, ma come ha recentemente affermato Zak Brown, i restanti 18 sono più che sufficienti per sopravvivere. Tra queste 18 macchine ci sono squadre e piloti con enormi influenze e fanbase stessi. Se la Ferrari fosse andata via, il vuoto lasciato alle spalle avrebbe offerto loro l’opportunità di crescere ancora e potenzialmente lasciare spazio a un nuovo team.
Per fortuna, questo scenario è uno che non vedremo mai. Per quanto la Ferrari minacci di smettere nel tentativo di ottenere un trattamento migliore, il fatto è che hanno bisogno della F1 tanto quanto la F1 ne ha bisogno. È una relazione che ha sempre e continua a beneficiare entrambe le parti e, si spera, rimane così.
In caso contrario, il mondo continuerà a girare, così come le ruote di auto da F1 e Ferrari.
Seguici su Twitter @ sportnow e metti mi piace alla nostra pagina Facebook.

 

    
    
    

 

Se sei arrivato fino a questo punto aiutaci in qualche modo condividi l’articolo La F1 potrebbe sopravvivere e prosperare senza la Ferrari?
a te non costa nulla per noi è estremamente importante

La F1 potrebbe sopravvivere e prosperare senza la Ferrari?

Entra nel mondo della Formula 1 .Sportnow.it è La tua fonte di riferimento per le ultime notizie di F1 , i momenti salienti del video, i risultati GP, i tempi in tempo reale, l’analisi approfondita e il commento degli esperti.

La Formula 1 o Formula Uno, in sigla F1, è la massima categoria (in termini prestazionali) di vetture monoposto a ruote scoperte da corsa su circuito definita dalla Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA).

La categoria è nata nel 1948 (in sostituzione della Formula A, a sua volta sorta solo qualche anno prima, nel 1946), diventando poi a carattere mondiale nella stagione 1950. Inizialmente definita dalla Commissione Sportiva Internazionale (CSI) dell’Associazione Internazionale degli Automobil Club Riconosciuti (AIACR), associazione antesignana della Federazione Internazionale dell’Automobile, oggi la Formula Uno è regolata dal Consiglio Mondiale degli Sport Motoristici (in inglese: World Motor Sport Council, WMSC) della FIA.

Il termine “formula”, presente nel nome, fa riferimento a un insieme di regole alle quali tutti i partecipanti, le macchine e i piloti, devono adeguarsi; esse introducono un numero di restrizioni e specifiche nelle auto, al fine di evitare le eccessive disparità tecniche tra le auto, di porre dei limiti al loro sviluppo e di ridurre i rischi di incidenti. La formula ha avuto molti cambiamenti durante la sua storia. Ad esempio, ci sono stati differenti tipi di motori, con schemi da quattro fino a sedici cilindri e con cilindrate da 1,5 a 4,5 

Dislaimer La F1 potrebbe sopravvivere e prosperare senza la Ferrari?

Sportnow.it non si rende responsabile delle notizie riportate su questo blog in quanto si occupa solamente di riportare le notizie reperite dalla fonte che in questo articolo specifico è plan€tf1,com
Sportnow non è da considerarsi testata giornalistica le notizie qui riportate non hanno nessun taglio opinionistico ma si limitano a riportare tradurre e rendere fruibile in modo completamente gratuito le notizie e le opinioni della fonte.

Qualora il contenuto di qualsiasi articolo leda l’immagine , gli interessi o disturbi chiunque vogliate comunicarlo e spiegarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.

Fonte La F1 potrebbe sopravvivere e prosperare senza la Ferrari?
: plan€tf1,com

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.