Niente Wimbledon, niente estate? Tim Ellis su tutte le cose che gli mancheranno di Wimbledon quest’anno

Niente Wimbledon, niente estate? Tim Ellis su tutte le cose che gli mancheranno di Wimbledon quest’anno
segui sportnow.it per tutte le notizie riguardanti il mondo del Tennis Con le rubriche gli approfondimenti e le ultime notizie provenienti dal mondo dei Tennis.

Niente Wimbledon, niente estate? Tim Ellis su tutte le cose che gli mancheranno di Wimbledon quest’anno

Tim Ellis, il locale di Southfield, è un po ‘emozionato perché ha nostalgia di tutte le cose che gli mancheranno dopo la cancellazione di Wimbledon 2020.
Ho una confessione da fare. Vivo a Southfields. Non esattamente Wimbledon, che è un centro città senza il fascino che ha il suo compagno di squadra locale. Per chi non lo sapesse, Southfields è la vera sede dei “The Championships”, un piccolo sobborgo che ha un mix di negozi locali, bar alternativi (Dropshot Coffee, non lo sai?) E, inevitabilmente, un mix sempre più crescente di grandi marchi pesi massimi che punteggiano l’atmosfera da villaggio.
Chiamalo la parte gentrificata dell’Inghilterra che gli americani adorano ma con abbastanza anima nella vita reale da farlo cantare.
In piedi alla stazione della metropolitana, di solito sono circondato da tassisti, compagni dall’East End dall’aspetto oscuro che potrebbero anche avere “biglietteria tout” impressa sulla fronte e migliaia di passi che significano che ottengo porzioni più piccole di chip nel mio locale. È un sacrificio che sono molto felice di fare.
Quest’estate, la gente non verrà. L’evento non è un evento. I campionati non sembrano così importanti per ora.

Mi mancherà giocare a “individuare la celebrità” in 15 minuti a piedi fino alle porte. Peter Fleming? Big Friendly Giant che esce dal sottosuolo. Sembra sussurrare la morte in un commento ma sembra l’uomo più alto del mondo. Una volta mi sono bloccato dietro Kim Sears prima della finale olimpica del 2012 tra il suo compagno Andy (che alla fine ha vinto qualcosa di GRANDE con una medaglia lucida per dimostrarlo) e Roger Federer. Tuttavia, quella non era la tua normale folla SW19. Più come una troupe di calcio che era stata alimentata per sventolare bandiera e baia per il trionfo britannico. Il gruppo di sostenitori di Roger è stato annegato quel giorno in un tablerone svizzero sciolto e sommesso. Le Olimpiadi del 2012 sono state davvero un termine improprio. Troppo rumore, non abbastanza modi di Downton Abbey.
Il Real Wimbledon è a giugno. Sì, occasionalmente si scontra con altri importanti tornei fino al punto di “eh?” Ad esempio, chi ha pensato che fosse una buona idea avere il dramma super finale della Coppa del Mondo di Cricket contemporaneamente all’epopea di cinque set di mostri di Fed e Djoker? E con la prospettiva che l’Inghilterra raggiungesse la finale della Coppa del Mondo alla Russia 2018, scontrandosi direttamente con la finale maschile, non vi è stato alcun movimento dall’AELTC “Abbiamo detto per un paio d’anni che la finale si giocherà alle 14:00, così come è , ogni anno.” Nessun prigioniero. Wimbledon farà come piace a Wimbledon fino al punto di dividere il patriottismo. Per usare quella frase tanto citata di Rudyard Kipling sul trionfo e il disastro – “tratta quegli impostori allo stesso modo” – l’impostore è qualsiasi altro sport che osa schierarsi contro l’ultima domenica della quindicina.

Potevano davvero fare una carta da bingo dei momenti SW19 che ora sembrano rarefatti come i monumenti nel museo. Ci mancherà Henman Hill, o dovremmo dire Murray Mount (anche se si tratta di un precipizio fatiscente con una piastra di metallo per sostenerlo). C’è Roger tutto in bianco come un guardiano dell’universo e un gentiluomo del regno. C’è God Djoker senza glutine che mangia l’erba e finge che non gli dispiaccia la mancanza di amore. Nessuna partita classica della prima settimana a tarda notte come Rafael Nadal e il migliore amico Nick Kyrgios. In quale altra parte del mondo trovi un professionista che si scalda nel pub tra la gente comune? Ci vediamo in Dog and Fox nel 2021, Nick.
Sono le piccole cose che ti fanno perdere il quadro generale. I momenti personali sono incisi nella mente. Facendo una passeggiata fino al Village, tra Southfields e il centro di Wimbledon, Caroline Wozniacki parla di racchette. Non succederà più. Bevendo qualcosa in quella che era la pizzeria locale, notai Kim Clijsters (la versione in pensione) che cercava di entrare in un fiorente centro di corpi. Niente arie e grazie, solo una delle persone. Mi mancheranno le tende di Wimbledon Park sparse per la lunghezza del verde con partite di calcio improvvisate, reti da tennis e mentalità da campeggio di buon umore. Nessun allenatore per il numero 49 femminile del mondo mi fermerà chiedendomi indicazioni stradali.

Il trambusto di SW19 è globale ma parrocchiale allo stesso tempo. È affermativo per la vita. Senza di essa, Southfields continuerà a essere un centro fiorente e vivace di spirito di comunità, tocchi continentali e un discreto spolvero di emisfero sud rilassato. Ma ci mancherà la finestra di due settimane che lo rende il centro del mondo.
La vita andrà avanti e la normalità non tornerà mai più. Domani sarà diverso perché oggi ci rende fermi e ci costringe a guardarci dentro e stare senza. Sarà un nuovo tipo di apprezzamento di come nulla nello sport sia intoccabile. Quando arriverà l’ultimo giorno di Wimbledon 2021, il maestro svizzero sarà a quattro settimane dai suoi 40 anni. Un ultimo evviva e un’ode a quello che è fuggito da tutti. Ci vediamo tra 16 mesi.
Segui Tim Ellis su Twitter @ Timotei365
Metti Mi piace alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter @ sportnow.

    
        
    

        

        
        

    

Se sei arrivato fino a questo punto aiutaci in qualche modo condividi l’articolo Niente Wimbledon, niente estate? Tim Ellis su tutte le cose che gli mancheranno di Wimbledon quest’anno
a te non costa nulla per noi è estremamente importante

Niente Wimbledon, niente estate? Tim Ellis su tutte le cose che gli mancheranno di Wimbledon quest'anno

Entra nel mondo del Tennis .Sportnow.it è La tua fonte di riferimento per le ultime notizie di Tennis , i momenti salienti del video, i risultati , l’analisi approfondita e il commento degli esperti.

 

Dislaimer Niente Wimbledon, niente estate? Tim Ellis su tutte le cose che gli mancheranno di Wimbledon quest’anno

Sportnow.it non si rende responsabile delle notizie riportate su questo blog in quanto si occupa solamente di riportare le notizie reperite dalla fonte che in questo articolo specifico è www.tennis,,365.com
Sportnow non è da considerarsi testata giornalistica le notizie qui riportate non hanno nessun taglio opinionistico ma si limitano a riportare tradurre e rendere fruibile in modo completamente gratuito le notizie e le opinioni della fonte.

Qualora il contenuto di qualsiasi articolo leda l’immagine , gli interessi o disturbi chiunque vogliate comunicarlo e spiegarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.

Fonte Niente Wimbledon, niente estate? Tim Ellis su tutte le cose che gli mancheranno di Wimbledon quest’anno
: www.tennis,,365.com

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.