‘Non vedo lo sport tornare presto’ – Andy Murray chiede pazienza nella lotta contro il coronavirus

‘Non vedo lo sport tornare presto’ – Andy Murray chiede pazienza nella lotta contro il coronavirus
segui sportnow.it per tutte le notizie riguardanti il mondo del Tennis Con le rubriche gli approfondimenti e le ultime notizie provenienti dal mondo dei Tennis.

‘Non vedo lo sport tornare presto’ – Andy Murray chiede pazienza nella lotta contro il coronavirus

Andy Murray ha sollecitato la pazienza mentre i governi del mondo continuano a resistere alle richieste di revoca delle restrizioni al coronavirus per consentire il ritorno degli sport.
Gran parte del mondo è stato in qualche forma di blocco negli ultimi due mesi nel tentativo di contenere la diffusione del coronavirus, ma stanno iniziando a emergere segnali promettenti che sta venendo sotto una qualche forma di controllo.
Ciò ha portato molti a iniziare a chiedere di riprendere lo sport, ma Murray crede che il tennis debba continuare a mostrare moderazione.
“Sono sicuro che tutti i tennisti vogliono tornare a competere e giocare il prima possibile”, ha detto Murray all’ATP.
“Ma in questo momento non è la cosa più importante.
“Prima di tutto, vogliamo riprenderci la nostra vita normale, poter semplicemente uscire, vedere amici, andare al ristorante e avere le tue normali libertà.
“E poi, si spera, col passare del tempo, le cose inizieranno a consentire i viaggi e anche lo sport potrà tornare alla normalità. Ma non vedo che succederà molto presto. ”
Attualmente, gli US Open e gli Open di Francia sono programmati per andare avanti a settembre, ma Murray ha avvertito di non affrettare il processo di ripristino della normalità sportiva.
“La prima cosa è cercare di trovare un modo per fermare la diffusione del virus e, una volta fatto, saremo in grado di fare cose più normali di tutte le persone piuttosto che pensare di competere nello sport”, ha aggiunto Murray.
“Quando non riesci a vederlo per un po ‘, forse le persone si rendono conto di quanto adorino giocarci, ma solo perché è difficile non fare sport proprio ora non significa che dobbiamo accelerare le cose.
“Ovviamente non sono un esperto in questo, ma presumo che il pericolo sia quando si tenta di fare le cose troppo in fretta, come evitare le distanze sociali.
“Se torniamo ai viaggi internazionali, forse ci potrebbe essere una seconda ondata di infezioni e questo rallenterebbe di nuovo tutto e non è quello che tutti vogliono. Prima riportiamo le cose alla normalità “.
Seguiteci su Twitter @ sportnow e come la nostra pagina Facebook.

    
        
    

        

        
        

    

Se sei arrivato fino a questo punto aiutaci in qualche modo condividi l’articolo ‘Non vedo lo sport tornare presto’ – Andy Murray chiede pazienza nella lotta contro il coronavirus
a te non costa nulla per noi è estremamente importante

'Non vedo lo sport tornare presto' - Andy Murray chiede pazienza nella lotta contro il coronavirus

Entra nel mondo del Tennis .Sportnow.it è La tua fonte di riferimento per le ultime notizie di Tennis , i momenti salienti del video, i risultati , l’analisi approfondita e il commento degli esperti.

 

Dislaimer ‘Non vedo lo sport tornare presto’ – Andy Murray chiede pazienza nella lotta contro il coronavirus

Sportnow.it non si rende responsabile delle notizie riportate su questo blog in quanto si occupa solamente di riportare le notizie reperite dalla fonte che in questo articolo specifico è www.tennis,,365.com
Sportnow non è da considerarsi testata giornalistica le notizie qui riportate non hanno nessun taglio opinionistico ma si limitano a riportare tradurre e rendere fruibile in modo completamente gratuito le notizie e le opinioni della fonte.

Qualora il contenuto di qualsiasi articolo leda l’immagine , gli interessi o disturbi chiunque vogliate comunicarlo e spiegarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.

Fonte ‘Non vedo lo sport tornare presto’ – Andy Murray chiede pazienza nella lotta contro il coronavirus
: www.tennis,,365.com

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.